Il drone Tello DIJ al workshop 3DNext a TFA 2018

Category: Droni, Eventi, Fotogrammetria, Geo4Fun, Senza categoria, UAV 23 0
Dettaglio dei sistemi disponibili sul sistema di volo Tello di classe consumer. Lo stesso impiega un sistema di stabilizzazione basato su sensore VPS invece che su un GPS. Tello è un sistema che costa poco più di 100€

Un po per invogliare le giovani leve del mondo geomatico e dei beni culturali, un po per far vedere da vicino le tecnologie di volo, spaziando dal laser scanner alle immagini a 360°, con il workshop 3DNext i partecipanti non solo toccheranno con mano le tecnologie operative dell’imaging, ma avranno anche la possibilità di tornare a casa a mani piene. Piene di droni e di altre facilities come il volume DRONI PER L’INNOVAZIONE, edito in PoD e firmato da uno dei relatori del workshop. I premi saranno messi in palio dalla nostra associazione Geo4Fun.

Ma veniamo a noi, e vediamo perchè un drone tipo il Tello ci può essere di forte aiuto nella nostra professione, o come ci può aiutare ad apprendere la tecnica di volo in sicurezza con i sistemi professionali.
Ma che tipo di drone è il Tello?

Innanzitutto dobbiamo sapere che il Tello rappresenta il più grosso concentrato di tecnologie avanzate per i sistemi di volo di questa classe. Ovvero per i multirotori dotati di sensori ottici (camere) in grado di volare in modalità “sense & avoid”, che in italiano si può tradurre in un semplice “evitare/schivare gli ostacoli”. Questa tecnologia nel caso del Tello è operativa solo per per l’atterraggio, mentre per il volo standard evita l’ostacolo ma di fatti si ferma e non trova un percorso alternativo.

Intel inside è una delle motivazioni di vendita dell’entry level Tello.
Il sistema Tello nasce da una collaborazione tra Ryze e DJI, e poggia le sue funzioni intelligenti come gesture control e altro sulla soluzione Intel Real Sense. E’ un prodotto di fascia bassissima, ovvero nato per il gioco, ma gestibile via control command con linguaggi impiegati per i bambini come il mondo di Scratch del MIT basato su Python. E’ il miglior sistema per cominciare ad esercitarsi con il volo intelligente, ma è anche un sistema per chi si occupa di ricerca nelle interfacce e nella usability per il mercato prosumer o orientato al mondo dei Kids, come ben viene spiegato in questa nota su Digitaltreds (https://www.digitaltrends.com/cool-tech/tello-kids-drone-learns-tricks-with-code-ces2018/).
L’innovazione continua

Un altro aspetto in cui l’evoluzione è andata di gran carriera, è quello della stabilità delle immagini, o meglio della correzione degli

Ben 6 le modalità di volo di Tello:T & Go – Rimbalzo – 360° – Flip3D – Up & Away – Cerchio.

sbandamenti fino ad ieri affidata principalmente ai sistemi meccatronici come le cosiddette GIMBAL, ed oggi affidate semplicemente ad un chip. I sistemi di analisi di immagine sono infatti una delle innovazioni più proficue degli ultimi anni, a cominciare dalla tecnologia real sense di intel, ma in generale l’unione delle soluzioni Optical Flow e infrarosso, che insieme costituiscono almeno il 70% dell’innovazione nel settore dei droni.

I sistemi di sicurezza in prossimità erano stati pensati già da qualche anno, ma il vantaggio competitivo di DJI, è quello di aver messo insieme procedure di volo, hardware specializzato, e la tecnologie real sense di Intel che è in grado di comprendere la gestualità umana. Funzionalità che il proprietario del drone può sfruttare a pieno nella gestione sicura ed avanzata dei sistemi di volo.
 

Related Articles

Add Comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi