Geografia globale Covid-19

Category: Neogeografia 21
Covid-19 nella rappresentazione Digital Earth

La geografia si sa, è la madre di tutte le rappresentazione di fenomeni per lo più globali, che come le pandemie sono distribuite appunto su tutto il globo. Ed è in questo modo che possiamo vederle e compararle. La rappresentazione della terra parte in primis dal suo modello sferoidale, che con la nascita del telerilevamento e con i voli spaziali ha cominciato a dominare nella cultura della rappresentazione visuale e tecnica. Con le possibilità offerte dall’evoluzione digitale, si è superato velocemente il concetto di mappamondo, approdando a quello che a livello globale viene ormai definito con il termine Digital Earth. Poi Google nel 2005 ha fatto il resto, e da allora l’unico modo di rappresentare i dati significativi a livello globale è la modalità Digital Earth. Espressione coniata dal vicepresidente USA Al Gore durante una conferenza al California Science Center di Los Angels il 31 gennaio del 1998. Nell’era del Covid-19 la miglior mappa che possiamo consultare per farci un’idea della progressione terribile di questa inaspettata pandemia, è puntando il mouse

Il monitoraggio mondiale di Covid-19 al 1/4/2020

su covidvisualizer.com. Un servizio creato creato ad hoc da 2 studenti della Carniege Mellon University  utilizzando la tecnologia di Worldmeter’s, e aggiornando i dati ogni 2 minuti.

I servizi offerti da Worldmeter’s sono ovviamente basati sul modello  Digital Earth come sistema di promozione e diffusione di dati globali che vanno da quelli sull’ambiente,  a quelli più vari.
Buona mappa

Related Articles

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi